Non c'è posto al mondo che io ami più della cucina. Non importa dove si trova, com'è fatta: purché sia una cucina, un posto dove si fa da mangiare, io sto bene. Con un frigo enorme pieno di provviste che basterebbero tranquillamente per un intero invero, al cui grande sportello metallico potermi appoggiare. Siamo rimaste solo io e la cucina. Mi sembra un po' meglio che pensare che sono rimasta proprio sola. Banana Yoshimoto

martedì 31 gennaio 2012

Torta Speziata del Cowboy



Periodo di esami e periodo di neve e voglia di stare al caldo, magari sotto le coperte, leggendo un bel libro con una tazza di tè e una fettina di torta. Ma non si può.
Così si legge in treno tra un plico di appunti e un migliaio di formule e molecole e si preparano le torte in serata quando si ha tempo. Proprio questa ricetta è spuntata fuori da un libro che "stranamente" parla di scienza e cucina: "Einstein al suo cuoco la raccontava così" di Robert L. Wolke. Comprato rigorosamente online..chi ha tempo per perdersi in una libreria? (Devo dire che ieri, superato un esame, mi sono premiata con un paio di decoltè rosse di zara *_*) Torniamo i libri...Nelly mi ha invitato a fare un gioco..proviamoci...
1. Quanti libri hai letto nel 2011? Non mi ricordo..non tengo il conto, ma comunque tanti:)
2. Quanti facevano parte di una serie? Nessuno
3. Quanti scrittori e quante scrittrici?  Parità dei sessi, credo!                                                                                  
4. Il miglior libro letto?  Non mi piacciono queste domande: sono tutti belli a loro modo.
5. E il più brutto?  Se l'ho letto non era brutto, altrimenti avrei smesso.
6. Il libro più vecchio che hai letto?  Il grande Gatsby
7. E il più recente? Il grande elenco telefonico della Terra e pianeti limitrofi (Giove escluso) 
8. Qual è il libro con il titolo più lungo? Il grande elenco telefonico della Terra e pianeti limitrofi (Giove escluso)
9. E quello col titolo più corto?  Rabbia
10. Quanti libri hai riletto?  Di solito non rileggo i libri nel giro di un anno :D
11. Quale vorresti rileggere? Memorie di una Geisha
12. I libri più letti dello stesso autore quest'anno? Quattro o cinque, boh :)
13. Quanti libri scritti da autori italiani? Non saprei, ma non molti.
14. E quanti libri letti sono stati presi in biblioteca? Nessuno, ma molti imprestati da amici
15.Dei libri letti quanti erano ebook? Cosa? Bleah..non sono libri quelli....
Ora dovrei passare la palla...invito Valentina e Ilaria che mi hanno fatto dono di questo premio:
Non ho mai ricevuto un premio e quindi ne sono davvero molto felice ^_^!! Grazie Mille!! Nonostante sia tutto virtuale, è ugualmente emozionante!! Wow!! 
Ed ecco le sette cose importanti per me:
1.I miei Amici, senza il loro sostegno nulla avrebbe senso.
2.I miei nonni..bè e anche il resto della famiglia.
3.I libri: mi rode tantissimo non avere tempo per leggere.
4.Il mare e i monti della Liguria: è bellissimo avere entrambi e ora che c'è la neve lo spettacolo è garantito.
5.La voglia di sperimentare sempre cose nuove: dalla cucina all'università
6.Internet: ci ha notevolmente semplificato la vita
7.La musica...every moment has its music ;)

Nelly vuoi ritirare anche tu questo premio? :)

Torniamo alla cucina...ecco la torta del Cowboy, con cui partecipo al contest di Cowboy portami via. Mi piace immaginare un cowboy, anzi due, che si affrontano in una sparatoria fuori dal tipico saloon: solo uno poi sopravvive, entra nel locale, ordina da bere e nel frattempo mangia una bella fetta di questa torta..



INGREDIENTI

Powered by BannerFans.com330 g di farina
100 g di burro
1 uovo grande
100 g di zucchero
150 g di miele
125 ml di acqua calda
1 cucchiaino e 1/2 di lievito in polvere
1 cucchiaino di cannella in polvere
1 cucchiaino di zenzero in polvere
1/2 cucchiaino di sale
GLASSA
100 g di cioccolato fondente


PREPARAZIONE

1) Preriscaldate il forno a 170°C, imburrate e infarinate una teglia di circa 17 cm di diametro (se è più grossa rimarrà un po' più bassa).  In una terrina amalgamate con un cucchiaio di legno farina, lievito, sale e le spezie. 


2) Tirate fuori dal frigo il burro un po' prima in modo che si ammorbidisca: deve essere a temperatura ambiente, quindi non scaldatelo. In un'altra terrina un po' più grande unite il burro allo zucchero e all'uovo.


3) A parte disciogliete il miele nell'acqua calda non bollente, aggiungendone poca per volta.


4) Amalgamate per bene un terzo del composto di farina e spezie al composto di burro e zucchero. Aggiungete poi un altro terzo di farina e il miele disciolto nell'acqua. Terminate con l'ultimo terzo mescolando senza esagerare fino a che scompaiono le tracce bianche di farina.





5) Versate nella teglia e infornate per 40-50 minuti: verificate la cottura con uno stuzzicadenti. Lasciate raffreddare. Si può servire dopo 5 minuti ancora calda oppure passare allo stadio successivo:)


6) Sciogliete a bagnomaria o nel microonde il cioccolato fondente e versatelo sulla torta fredda. Aspettare che si rapprenda e per i più golosi accompagnare ogni fettina con un ciuffo di panna montata. 




Read More

domenica 29 gennaio 2012

Minestra di Patate




INGREDIENTI
(4persone)

2-3 patate
1 l di brodo
2 tuorli
50 ml di panna da cucina
noce moscata
erba cipollina
sale
pepe


PREPARAZIONE

1) Portate il brodo a ebollizione e nel frattempo mondate le patate sciacquandole poi sotto l'acqua corrente fredda. Grattugiatele con la grattugia a fori grossi.



2) Fate cadere questi fiocchi di patate nel brodo bollente e lasciate cuocere a fuoco dolce per circa 10 minuti. Sbattete leggermente i tuorli e incorporatevi la panna, un pizzico di sale e un po' di noce moscata.



3) Unite panna e tuorli alla minestra insieme a un po' di erba cipollina. Lasciate insaporire qualche minuto mescolando continuamente. Versatela nel piatto da portata e macinate sopra il pepe. Servite a piacere con dei crostini di pan carrè tostato.


Read More

sabato 28 gennaio 2012

Cupcakes al Cappuccino



INGREDIENTI

100 g di zucchero
260 g di farina
10 g di lievito per dolci
230g di latte 
115 g di olio d'oliva
1/2 cucchiaino di sale
5 cucchiaini di caffè solubile
1 uovo grande
100 g di gocce di cioccolato

CREMA AL BURRO
100 g di burro
200 g di zucchero a velo


PREPARAZIONE

1) Unite in una terrina le polveri (farina, lievito, sale, zucchero) con l'aiuto di  un cucchiaio di legno. Fate intiepidire il latte e nel frattempo unite l'uovo all'olio.



3) Amalgamate l'uovo e l'olio alle polveri mescolando per bene. Preparate il cappuccino aggiungendo il caffè solubile al latte caldo e trasferitelo nella terrina.




4) Aggiungete le gocce di cioccolato e trasferite negli stampi. Fate cuocere a 180 °C per 20-30 minuti.



 5) Nel mentre montate a crema il burro con lo zucchero. Sfornate, lasciate raffreddare e decorate con l'aiuto di una sac à poche.





Read More

Scrivi la tua mail e ti aggiornerò.....

Leggimi...

Quotes

L'alta cucina non è una cosa per i pavidi: bisogna avere immaginazione, essere temerari, tentare l'impossibile e non permettere a nessuno di porvi dei limiti solo perché siete quello che siete, il vostro unico limite sia il vostro cuore. Quello che dico sempre è vero: chiunque può cucinare, ma solo gli intrepidi possono diventare dei grandi.
Emile, ci troviamo di fronte a possibilità inesplorate, dobbiamo cucinarlo!
Il cibo trova sempre coloro che amano cucinare!
Ratatouille

Non dire cos'è finché non l'hai assaggiato.
E ricorda: la ricetta è solo l'ipotesi
Leggi di Murphy sulla cucina

Lo sai perché mi piace cucinare? Perché dopo una giornata in cui niente è sicuro, una torna a casa e sa con certezza che aggiungendo al cioccolato rossi d'uovo, zucchero e latte l'impasto si addensa: è un tale conforto!
Julie and Julia

La cucina è una bricconcella; spesso e volentieri fa disperare, ma dà anche piacere, perché quelle volte che riuscite o che avete superata una difficoltà, provate compiacimento e cantate vittoria.
Pellegrino Artusi

Non c'è posto al mondo che io ami più della cucina. Non importa dove si trova, com'è fatta: purché sia una cucina, un posto dove si fa da mangiare, io sto bene. Se possibile le preferisco funzionali e vissute. Magari con tantissimi strofinacci asciutti e puliti e le piastrelle bianche che scintillano.
Anche le cucine incredibilmente sporche mi piacciono da morire. Mi piacciono col pavimento disseminato di pezzettini di verdura, così sporche che la suola delle pantofole diventa subito nera, e grandi, di una grandezza esagerata. Con un frigo enorme pieno di provviste che basterebbero tranquillamente per un intero invero, al cui grande sportello metallico potermi appoggiare. E se per caso alzo gli occhi dal fornello schizzato di grasso o dai coltelli un po' arrugginiti, fuori le stelle che splendono tristi.
Siamo rimaste solo io e la cucina. Mi sembra un po' meglio che pensare che sono rimasta proprio sola.
Banana Yoshimoto

Iniziative

Offerte online ecologiche di Doveconviene.it
by Doveconviene.it

Ricette di cucina
Ricette di cucina Top blogs di ricette GiornaleBlog Notizie Blog di Cucina food bloggermania motori di ricerca Aggregatore Il Bloggatore IT FoodBlog
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n.62 del 07.03.2001.
Foto, immagini e contenuti sono di proprietà delle autrici e proprietarie di "Chiacchiere & Cucina". E' vietata la riproduzione anche parziale senza aver preventivamente ottenuto il permesso espresso da parte delle autrici e comunque è sempre fatto obbligo di citare la fonte. Grazie
Powered by Blogger.

© Chiacchiere & Cucina, AllRightsReserved.

Designed by ScreenWritersArena